5 tendenze nel tè da cercare nel 2019

I consumatori stanno sviluppando un crescente interesse per un più innovativo e non sono più soddisfatti con una blanda tazza di latte inglese.
Sempre alla ricerca di esperienze uniche e autentiche, cercano sapori inaspettati e benefici funzionali.
Utilizzando Mintel Global New Products Database (GNPD) abbiamo selezionato cinque prodotti che racchiudono le tendenze del tè a cui prestare attenzione nel 2019.

 

Sapori audaci

Tè verde aromatizzato al rum e miele
Polonia: i tè aromatizzati e indulgenti hanno il potenziale per colmare un vuoto per quei consumatori che cercano di allontanarsi dalle bevande zuccherate o persino dall’alcol poiché i consumatori di tutto il mondo adottano stili di vita sempre più sani, possono comunque avere la sensazione di abbandonarsi a un drink con questo tè al rum rooibos aromatizzato al miele.
È privo di alcol, ma arricchito da un caldo mix di cannella, mela, liquirizia e anice stellato.

La rivoluzione vegetariana

Pompadour Veggie Mix Infusión de Verduras Relax
Spagna: l’aumento della domanda di alimenti vegetali e l’interesse per le diete vegetariane e vegane hanno aperto le opportunità per le verdure di apparire in categorie nuove e inattese.
Mentre non è nuovo per le infusioni includere le verdure nelle loro liste degli ingredienti, ora stiamo vedendo più marchi che commercializzano le verdure in modo prominente sul pack.
Questo prodotto combina pomodoro, rosa canina, mela, cipolla, basilico, cannella e passiflora.

Tempo per rilassarsi

Fabindia Organics Camomilla biologica certificata indiana con miele di tulsi
India: la camomilla è l’ingrediente botanico più comune nei tè ed è nota per le sue proprietà rilassanti ma c’è spazio per altri ingredienti calmanti.
Per esempio, il basilico santo, noto anche come tulsi, fa parte della medicina tradizionale indiana ayurvedica da decenni e ha una lunga storia di alleviamento dello stress.
Perché il basilico santo competa con la camomilla, tuttavia, i marchi devono iniziare a educare i consumatori sui suoi benefici.
Altri adattogeni da considerare come ingredienti “”rilassanti“” includono ashwaganda, brahmi e ginseng.

Tea Power

Tè verde Lipton Daily Boost con zenzero, verbena al limone e curcuma
Germania: i tè supercharged, che combinano ingredienti funzionali naturali con sostanze nutritive aggiunte, spingono il tè funzionale al livello successivo.
In effetti, i marchi tradizionali del tè cercano sempre più di diversificare le loro offerte funzionali, promuovendo uno stile di vita olistico che supporta il benessere generale e benefici per la salute più specifici.
Lanciato in Germania, questo prodotto è un tè verde aromatizzato con aggiunta di vitamina C e super alimenti come la curcuma gialla, la verbena aromatica al limone e un tocco di zenzero piccante.

Budello sano

Cofco Chinatea Pro Tea
Malesia: i probiotici e i prebiotici sono diventati piuttosto le parole d’ordine: a livello globale, il lancio di alimenti e bevande probiotici è aumentato dell’11% nei 12 mesi fino a luglio 2018, rispetto a una crescita dell’1% un anno fa, secondo GNPD.
Il tè Pro è scuro, fermentato e sottoposto a fermentazione microbica, mentre in seguito viene pressato in mattoni o torte per l’invecchiamento.
Mentre alcuni probiotici possono essere instabili a temperature estreme, il ceppo di Pro Tea può resistere a temperature calde quando viene preparato con acqua bollente.
Si dice che promuova la regolarità, riduca i lipidi del sangue, migliori la digestione e aiuti con la gestione del peso.
Il tè non è solitamente associato alla fermentazione o al contenuto probiotico e meno dell’1% del tè lanciato nell’ultimo anno a giugno 2018 conteneva probiotici.